Dal 15 al 20 giugno si terrà presso l'Eco-Campo degli Enotri la seconda edizione del FESTIVAL DELLE UTOPIE REALIZZABILI.
#BUONEPRATICHE #LENTEZZA #COSMESINATURALE #DANZA #OLISTICA #CIBOSANO 

-INCOTRO SULLA COSMESI NATURALE: https://www.facebook.com/events/349531168856616/

-WORKSHOP DI TEATRO DANZA : https://www.facebook.com/events/1581920245256644/

-VIAGGIOLENTO NEL POLLINO:
http://www.southwestbasilicata.it/?trip=viaggiolento-1-itinerario

PER INFO E PRENOTAZIONI SCRIVERE A ass.culturalecattivoteatro@gmail.com - Tel 3668039439

10-11-12 Luglio si terrà la terza edizione di FACIMM'E TARANTELL ! presso L'eco-campo degli Enotri. A breve il programma completo. Per info, prenotazioni e collaborazioni scrivere a: ass.culturalecattivoteatro@gmail.com - tel 3668039439 

#MUSICA #ARTE #CULTURA #TEATRO #LIBRI #CIBOSANO 

https://cattivoteatro.jimdo.com/ricetto-degli-enotri/
https://cattivoteatro.jimdo.com/eco-campo/

Quattro giorni all'insegna della lentezza ! Quest'anno la consueta passeggiata nel Pollino, con l'asina Cometina e il cantastorie, si svolgerà dal 17 al 20 Giugno e toccherà i borghi di Tortora centro storico e Aieta. A breve il programma dettagliato. Per info: ass.culturalecattivoteatro@gmail.com - Tel 3668039439

https://cattivoteatro.jimdo.com/viaggiolento/

 

 

Sarà una passeggiata artistica con performance di musica, reunion poetici, danza, letture e dibattiti spontanei nelle piazze e nei luoghi d'aggregazione che troveremo lungo il nostro percorso. Si parlerà di modelli di vita alternativi e dei veri valori, che mettono al centro l'amore per se stessi, per il prossimo e il rispetto della Terra. 

Durante il viaggio ci fermeremo a raccogliere storie dalla gente che vive questi luoghi, parleremo con gli anziani sulle panchine delle piazze e gli chiederemo cosa li rende felici, ma ascolteremo anche il loro malcontento. Giocheremo nelle piazze con i bambini, che curiosi si avvicineranno, stimolando la loro creatività e fantasia.

Ci fermeremo a degustare i prodotti  tipici che la terra generosa  e le mani operose di chi li prepara ci offriranno. Raccoglieremo le piante spontanee, parleremo delle loro proprietà e degli usi che si fanno in cucina. 

La partecipazione è libera. Chiunque  potrà seguirci per l'intero percorso,  in brevi tratti o semplicemente nelle piazze dove faremo sosta. Si potrà  campeggiare liberamente lungo il percorso; nei pressi di una sorgente o in una ospitale radura. Se qualcuno, invece, ha esigenze particolari e vuole pernottare in un comodo letto potrà rivolgersi allo staff dell'associazione Cattivoteatro, che vi indicherà le giuste soluzioni per sostare nelle strutture con noi convenzionate. Mentre gli artisti, che lungo il tragitto, vogliono proporre le loro opere posso contattarci per essere inseriti in calendario. Quest’anno sarà un cammino all’insegna del benessere, della convivialità e della riscoperta di un nuovo contatto con Madre Natura. Vi aspettiamo impazienti di camminare con i cuori colmi di gioia. Lacio drom a tutti voi !

 

Per info 3668039439 

 EVENTI AL RICETTO DEGLI ENOTRI

-Martedì 5 Dicembre
“Dieci sorsi di vino per dieci aforismi “
Letture a cura di Maria Pia Papaleo - Giuseppe Perrone al pianoforte

-Domenica 10 Dicembre
"I dudici misi" 
Spettacolo teatrale di e con Alessandro Sessa

-Venerdì 15 Dicembre
“Violino violetto, Musica incorporata”
Performance di Luci

-Giovedi 21 dicembre 
“MALERBA” di e con Manolo Muoio 
Spettacolo e degustazione alla canapa

-Venerdì 29 Dicembre
“Fugitive Visions” Maya Ivanova piano solo
Degustazione passito del Pollino

-Mercoledì 3 gennaio 
“Megàle“ House-Concert

 

 

IL PADRE DI TUTTI I CEREALI

(Incontro informativo)

 

Martedì 31 ottobre alle ore 18:30

Presso il Ricetto Degli Enotri nell'ambito della rassegna "Teatro Gastronomico" si terrà un incontro informativo sul farro, cereali e altre digressioni. Si degusteranno piatti preparati con pasta di farro monococco. Durante la serata musiche e canti del Pollino, Irpinia e Cilento.

Sono gradite le prenotazioni. 
Per info chiamare al numero 3668039439


"Piccolo Racconto"
Siamo andati a fare visita alla cooperativa "Terra e Libertà" di Montella in provincia di Avellino. Sul posto abbiamo incontrato Giovanni, che mentre ci consegnava i pacchi di pasta di farina di farro, da lui prodotta, ne decantava le straordinarie proprietà: "Il Farro monococco viene considerato il padre di tutti i cereali" ci spiega "E' il più piccolo e il più antico; ogni spiga porta una singola cariosside, per questo motivo la sua coltivazione ha un rendimento molto basso. 
Questo cereale, per le sue caratteristiche, si allontana sia dalla famiglia dei grani duri, sia dalla famiglia dei grani teneri, rappresentando una famiglia a se stante.
La pasta 100% di Farro Monococco risulta essere molto profumata e gradevole al palato, oltre ad essere nutritiva e salutare.
Negli ultimi anni è aumentato l'interesse per il Farro Monococco proprio per le sue caratteristiche dietetico-nutrizionali, dato che presenta un alto contenuto in carotenoidi e un' elevatissima qualità proteica.
Inoltre numerosi test hanno dimostrato che il Farro monococco è maggiormente digeribile per i soggetti con allergie o intolleranze parziali al glutine in quanto la struttura molecolare del suo glutine, proprio per le sue antichissime origini, è facilmente riconoscibile ed assimilabile dal nostro organismo. Ecco perché è consigliatissimo nell'alimentazione del bimbo in fase di svezzamento.
Le proprietà del farro monococco a confronto con una varietà di frumento tenero hanno:
* un contenuto proteico superiore;
* un più elevato contenuto di ceneri e microelementi (ferro, zinco, magnesio, fosforo, potassio ecc.);
* una bassa presenza di acidi grassi saturi;
* un minor contenuto in amido e una migliore digeribilità;
* una più elevata presenza di antiossidanti e pigmenti gialli (carotenoidi, tra cui il beta-carotene, precursore della vitamina A);
* un più alto contenuto di tocoli (vitamina E). 
Tali principi hanno un ruolo rilevante nelle attività funzionali della cellula e sono efficienti agenti antiossidanti".

TARANTELLA RAVE

15-16-17 Settembre all'Eco-Campo del Ricetto degli Enotri a TORTORA (Cs)

                                                "facimm'e tarantelle" !!!

                               https://cattivoteatro.jimdo.com/eco-campo/

-Tre giornate dedicate alle musiche e alle danze tradizionali del Pollino, del Cilento e della Lucania, con U MASSARO e le sue performance, SERGIO SANTALUCIA con le musiche dell'antica Lucania, BIAGIO ACCARDI, VINCENZO TRUCULEA e i sui tamburi, ANTONELLO GIALDINO con i virtuosismi all'organetto, ANGELO LE ROSE con le zampogne del pollino, FRANCESCA LAINO e le sfrenate danze, un po' di teatro e poesia con MARIA PIA PAPALEO e tanti altri !!!
-Sarà allestito un buffet con i prodotti del nostro orto sinergico, mentre in serata accenderemo il forno a legna per le pizze e le chapatas*, il tutto accompagnato da ottimo vino autoprodotto 🍷 Non mancate #tarantellarave !!!

 

-Per info e prenotazioni: 3668039439

Workshop di teatro Danza
“ Elogio della lentezza” con Loredana Piacentino 
Presso Il RICETTO DEGLI ENOTRI a Tortora Marina (Cs)

“Così di colpo ci apparirà evidente che parlare della Lentezza significa parlare della Memoria e parlare della memoria significa parlare di tutto. C’ è un legame profondo fra lentezza e memorie e velocità ed oblio” (cit.Milan Kundera)..

Il movimento così come il pensiero rapido possono portare ad un allontanamento da sè stessi. In questa società siamo iper sollecitati dalle immagini. La memoria non costituisce più progetto di pianificazione per il presente e per il futuro, perché il pensiero rapido non ama ricordare. 
Il workshop si propone di esplorare il tema della lentezza attraverso elementi della danza butoh e del teatro fisico. Cercheremo di approfondire il movimento fisico e l’azione escludendo la logica del “fare” strettamente legata al mondo del mercato e alla sua estetica, cercando di ascoltare sè stessi e il proprio corpo in modo consapevole. La danza butoh ci aiuterà ad entrare nella lentezza del movimento per far emergere le memorie e scoprire una forte relazione tra il corpo e la natura. Il teatro fisico, invece, verrà utilizzato come strumento per dar voce, in maniera grottesca, ai nostri impulsi rapidi, nel tentativo di imitare le macchine veloci .

Il workshop si svolgerà il 25-25 agosto
Orari:17-19/9:30-12:30
presso il Ricetto degli Enotri Tortora (Cosenza)

Per info: 3668039439


Conduzione del workhop 
Loredana Piacentino: Nasce a Roma, attualmente vive a Sondrio.Laureata in Antropologia culturale. Dal 2000 al 2016 è in continua ricerca artistica e grazie ai suoi numerosi viaggi ha maturato una formazione in diverse discipline: Danza contemporanea, Contact Improvisation, Danza Butoh,Teatro Fisico. Da anni si è dedicata molto al Teatro Sociale. Ha studiato con maestri di fama internazionale quali: Alma Falkenberg, Valentina Versino, Leilani Weis,Gabriella Maiorino,Pascal La Delfa, Francesca Bonci, Javier Cura,StefanoTaiuti,Living Theatre, Metamorfosi Teatro. Lavora nelle scuole pubbliche guidando laboratori di ludico motoria per bambini e danza e improvvisazione teatrale per ragazzi.Conduce laboratori di teatro nel carcere, con i disabili e con i migranti. Nel 2009 ha lavorato in un progetto teatrale nei campi profughi in Palestina guidando gruppi di donne e bambini. Nel 2010 ha terminato una formazione in Teatro Sociale presso l'accento teatro di Roma. Sempre nel 2010 dà vita al progetto artistico Act Theatre Project del quale è direttrice artistica. Tra il 2013 e il 2014 si è recata in Ghana dove ha svolto laboratori di Teatro tra i ghetti più poveri del paese. Sempre in Ghana ha collaborato con il National Theatre. Dal 2015 si occupa della direzione artistica di un progetto di teatro con ragazzi profughi dell'area sub sahariana in collaborazione con la Fattoria sociale Lunalpina.

Principali spettacoli realizzati tra il 2006 e il 2016: 2006: Enzimi Festival, progetto di istallazione acustica Danzata dal titolo “Casa Sonora”, curato e ideato da Loredana Piacentino e Marcello Liberato. 2007: Festival “Installer 01: Kollatino Underground performance acustica in solo, progetto e Regia di Loredana Piacentino e Marcello Liberato. 2008: Why Company spettacolo Father. 2007-2009: Lavora con il Living Theatre tra New York e Italia realizzando diversi spettacoli, 2009: Performance“Living Theatre Europa”. 2009: spettacolo Not In my Name presentato a Gerusalemme (Palestina). 2011:
Recover Band “Soul Explosion”: Improvvisazioni di ACT Theatre con altri artisti al Cinema Teatro Volturno . 2011-2013: “Morosis” un prgetto ideato e sceneggiato da Loredana Piacentino “Medea e il suo Doppio” Regia e coreografia di Loredana Piacentino danza; Loredana Piacentino e Francesca Orazi, 2012: “Una Vita Meravigliosa” studio per Corpi e Plastica con Metamorfosi Teatro. 2012 :Act Theatre Project e Teatro Azione Sit-In
Spettacolo istallazione presso Teatro stabile di Verona Regia Loredana Piacentino e Simone Azzoni. 2013: “Scirocco” Scritto e diretto da Carmine D'Agostino, danza Loredana Piacentino musiche induo voice and jazz, 2014: Alice nel Paese dei Garbugli spettacolo del Laboratorio di teatro Integrato regia e scene Loredana Piacentino. 2015: Diritti e Rovesci : Spettacolo di teatro in collaborazione con la cooperativa Nuovi Orizzonti Onlus. diretto da Loredana Piacentino e Uri Noy Meir. 2015-2017: Vola Piccolo Gabbiano, Vola Spettacolo di Teatro Danza con Musica dal vivo di e con Loredana Piacentino e Hadi Habibnejad. 2015: “ Noi siamo Uno” Spettacolo di Teatro con attori profughi richiedenti asilo presentato ad Expo 2015 e diretto da Loredana Piacentino.

 

Domenica 21 Maggio, presso il Ricetto Degli Enotri alle ore 20,30https://cattivoteatro.jimdo.com/ricetto-degli-enotri/


--Spettacolo teatrale--
"La mia idea. Memoria di Joe Zangara
              di e con Ernesto Orrico 
musiche originali eseguite dal vivo da Massimo Garritano
collaborazione artistica: Emilia Brandi
realizzazione scena: Ernesto Orrico e Antonio Giocondo
foto originali presenti nella scena: Matteo Ianni Palarchio
luci e audio: Antonio Giocondo
amministrazione: Alessandra Fucilla
ringraziamenti: Max Mazzotta, Paola Scialis e Stefano Cuzzocrea, Dam/Entropia Unical

"Chi è Giuseppe “Joe” Zangara? Un emigrante insoddisfatto della sua vita, un freddo assassino, un anarchico un po’ naif, un insolito comunista, un lucido protagonista del suo tempo o un uomo solo e disperato? Il testo presentato nello spettacolo/concerto “La mia idea” prende liberamente spunto dal memoriale che lo stesso Zangara scrive pochi giorni prima di essere giustiziato nel penitenziario di Raiford in Florida. Un racconto in prima persona della vita del piccolo emigrante calabrese che, attentando alla vita del presidente degli Stati Uniti Franklyn Delano Roosvelt, avrebbe potuto modificare il corso della storia. Il suo “delitto contro lo Stato” viene punito con un “delitto di Stato”, a 33 anni muore fulminato sulla sedia elettrica, il 20 marzo del 1933. La lingua del personaggio-Zangara è un italiano imbastardito dal dialetto reggino e ibridato da numerosi intercalari in inglese-americano, una costruzione linguistica che cerca una verità teatrale non necessariamente sovrapponibile alla verità del personaggio storico. Non c’è il tentativo di una ricostruzione filologica della personalità di Zangara, piuttosto, attraverso l’intreccio tra voce monologante e le sonorità degli strumenti a corda, si esercita la possibilità di animare la (auto)biografia sentimentale di un condannato a morte. La vicenda narrata è emblema e pretesto per far emergere le storie di una umanità dolente accomunata dall’emigrazione, le storie di uomini e donne senza nome che non hanno raggiunto il ‘sogno americano’, e che nel tentativo di raggiungerlo si sono scontrati con ostacoli insormontabili, con difficoltà che li hanno condotti verso esiti tragici"

Presso: Ricetto degli Enotri (CattivoTeatro) in Via F turati, 7 TORTORA (Cs) 
Per info e prenotazioni: 3668039439

 

Passeggiata, mostra fotografica e degustazione "Le erbe"

( Evento in collaborazione con PARCO AVVENTURA ARCHEO' http://www.parcoarcheo.com/comune-di-tortora)

 

 -Incontro con Daniela di Bartolo, donna delle erbe, autoproduttrice, contaminatrice di buone pratiche.

 

-ore 17,00 piccola passeggiata ai piedi del PARCO NAZIONALE DEL POLLINO per parlare di erbe spontanee
-ore 17,30 durante la passeggiata, incontro nell' area Parco Naturavventura Archeo' con i bambini per scoprire i segreti delle erbe
-Mostra fotografica e degustazione presso il RICETTO DEGLI ENOTRI di Tortora (Cs) https://cattivoteatro.jimdo.com/ricetto-degli-enotri/


Tratto dal libro "VIAGGIOLENTO NEL POLLINO, in cammino con il cantastorie" https://www.rivistailcantastorie.it/viaggio-lento-nel-pollino/ 
Daniela e le piante
"Non conosco bene l’età di Daniela Di Bartolo, in genere non mi chiedo mai che età possa avere la persona che ho di fronte. Sicuramente è un po’ più grande di me, ma dal modo in cui si emoziona dinanzi ad una pianta, un fiore o un arbusto sembrerebbe una bambina. Il regno vegetale lo conosce bene e chiama le piante con il nome latino, che poi è l’unico modo per riconoscerle e non confonderle. La presenza di Daniela durante le nostre passeggiate è una magica costante. Le persone la seguono munite di taccuino e matita, ma ricordando che con la sua estrema dolcezza, che per prima cosa bisogna osservare, poi annusare e infine assaggiare. Vola da una pianta ad un fiore come una leggiadra farfalla e si sofferma parlando delle loro proprietà terapeutiche; ogni tanto racconta qualche simpatico aneddoto o descrive qualche gustosa ricetta. Oggi è il 24 Giugno e tutto intorno ci sono campi pieni di piante di iperico dette anche Erba di San Giovanni o Scacciadiavoli. La mitologia greca vuole che l’erba sia nata dal sangue di Prometeo, punito per aver portato il fuoco agli uomini. Si usa per allontanare il male e fugare le ombre. Il suo oleolito preparato ad arte è di un rosso intenso, viene chiamato “Sangue di S. Giovanni” ed è ottimo per curare gli arrossamenti della cute. Questo fiore è di un colore così giallo che acceca, sembra quasi figlia del sole ed è ad esso che gli antichi la legavano. Cala il buio e decidiamo di fermarci in un rifugio. La luna fa capolino da dietro le montagne, accendiamo un fuoco e prendiamo a selezionare la nostra raccolta: ci sono piante che si possono mangiare crude con le quali prepariamo una bella insalata mista, mentre altre devono necessariamente essere cucinate. Daniela continua a seguirci con lo sguardo, mentre ci dà altri preziosi consigli per preparare al meglio il nostro sobrio pasto. Per me conoscere le piante è stato, oltre che un modo per recuperare un rapporto atavico con la natura, anche motivo di libertà e autonomia. Una sorta di sottile ribellione a questa società che ti fa credere come unica soluzione per riempire la pancia il dover comperare. Come se i nostri avi andassero a fare la spesa al supermercato per nutrirsi. Per questo ritengo che il lavoro di divulgazione fatto da Daniela sia prezioso. Servirebbero più detentori di queste conoscenze, per riscoprire pratiche ormai dimenticate."

        EVENTI AL RICETTO

 

 

 

 

 
MAG8
Passeggiata, mostra fotografica e degustazione "Le erbe"
MAG13
Corso di cucina naturale
Pubblico
 · Organizzato da Il Crogiuolo e Veg Autoproduzioni
MAG21
La mia idea. Memoria di Joe Zangara

Tour dates 

Giovedi 16 Marzo- RAI – Recursos d'Animació Intercultural-Barcelona ( “MALERBA” con Manolo Muoio)

Sabato 18 Marzo-20bis nel barrio de Raval-Barcelona (Elogio della lentezza-KAIROS)

Domenica 19 Marzo- Meraklis- Barcelona

Giovedì 23 Marzo- Come in Sicilia-Barcelona (Cantu e Cuntu)

Martedì 28 Marzo-Gocce d’arte- Reggio Emilia

Venerdì 31 Marzo-Scup Sportculturapopolare- Roma

Sabato 1  Aprile-Vico Pazzariello-Napoli

Domenica 2 Aprile - centro sociale leonkavallo Milano, Semina 2017 (Malerba) 

Venerdì 7 Aprile-Azienda Agricola Piano dell'Anno-Prignano Cilento

Sabato 8 Aprile-Antica Trattoria Di Pietro- Melito Irpino (Cantu e Cuntu)

Sabato 15 Aprile- C.S.O.A Cartella- Reggio Calabria-( “MALERBA” con Manolo Muoio)

Merc 19 Aprile - Cafè Retrò Lamezia terme - (MALERBA con Manolo Muoio Muoio )

 

Parte da metà Ottobre fino a fine Novembre un intenso tour che promuoverà lo spettacolo “Malerba” di  Manolo Muoio con musiche di Biagio Accardi; durante le tappe ci saranno degustazioni con i prodotti alla canapa della cooperativa Lucanapa (http://www.lucanapa.com), realtà impegnata da anni nella salvaguardia dell'ambiente e la tutela del territorio, attraverso la produzione e la promozione di questa pianta/alimento, della quale negli ultimi tempi si sono riscoperti i potenziali di sostenibilità. 
Questo viaggio per l'Italia che toccherà anche Francia e Spagna verrà fatto "lentamente", non con l'asinella Cometa Libera, che di solito accompagna i viaggi di Biagio (www.viaggiolento.it), ma con un piccolo camper e col supporto di Giuseppe De Luca, appassionato e coltivatore di grani dal sapore antico.
Tra i tanti messaggi che vogliamo portare con noi e tra voi, oltre al cibo sano, all'arte vissuta al momento e del momento, vogliamo soffermarci sulla possibilità di realizzare eventi evitando di produrre rifiuti. 

"Lo spettacolo Malerba é uno studio (s)ragionato per tracciare una mappa della relazione che l'uomo ha da millenni con questo vegetale. Ciò per mettere in discussione gli intollerabili stereotipi che ne hanno macchiato la reputazione, cercando così di restituire a questa pianta profumata, dall’aspetto seducente e voluttuoso, il posto che le spetta di diritto nel cammino dell’antropologia, dell’ecologia, dell’arte, della cucina, della Storia"

SULLE TRACCE DI RE ITALO

AL TEATRINO PIU' PICCOLO DEL MEDITERRANEO

- Buffet preparato con ingredienti naturali autoprodotti e performance del cantastorie, presso il Ricetto degli Enotri-Tortora (Cs). Ore 19,00 http://cattivoteatro.jimdo.com/ricetto-degli-enotri/
INGRESSO LIBERO (contributo volontario)

-Itinerario completo (tutta la giornata)
SULLE TRACCE DI RE ITALO
Mattina: Partenza dal Ricetto Degli Enotri (Tortora Marina)
(IL RICETTO DEGLI ENOTRI è  una struttura ubicata nei pressi della zona archeologica, dove sono stati rinvenuti i resti  della antica città Blanda, sul colle del “Palecastro”)  
                                  http://cattivoteatro.jimdo.com/ricetto-degli-enotri/
Escursione di circa 1 ora seguendo il corso della Fiumarella di Tortora
Arrivo al centro storico di Tortora e visita dei caratteristici vicoli e scorci del borgo medioevale
Pranzo in  trattoria con piatti della tradizione tortorese
Visita al museo archeologico 
      http://www.comuneditortora.it/cs/pagina.php?id=45
Aperitivo presso la sede dell’associazione “Zafarana di Tortora”
                                                            http://www.zafaranaditortora.it/
Escursione di circa 1 ora per rientrare nella struttura del Ricetto degli Enotri 
(SISSIZI) Buffet preparato con ingredienti naturali autoprodotti e performance del cantastorie 
Costo 45 euro a persona 
-possibilità di pernotto per la notte del giorno prima e quella di fine percorso, previo supplemento di 20 euro a persona a notte  (soluzione consigliata per chi viene da lontano e vuole trovarsi sul posto presto per la partenza)  




Via F.Turati, 7 Tortora (cs)
tel: 0985764049 - 3668039439
Il Ricetto degli Enotri, sede dell'associazione Cattivoteatro, è posizionato nell'area adiacente il sito archeologico di "Blanda", antica città enotria. Ispirati da questa vicinanza nasce l'idea di realizzare una rassegna che prenderà il nome di "SISSIZI ...Re Italo a teatro".
I sissizi, secondo Aristotele, furono istituiti da Italo Re degli Enotri; erano pasti comuni dove tutti venivano messi sul piano egalitario (Re compreso) e il cibo era considerato nutrimento senza nessuna forma di piacere alimentare. Il convivio puntava più che altro alla sobrietà energetica degli alimenti. Ciascuno dei commensali portava ogni mese farina, vino, formaggio, fichi e una modestissima somma di denaro per l’acquisto di altri alimenti. 
Ai pasti in comune intervenivano anche i ragazzi, che vi erano condotti come a una scuola di frugalità e per essere iniziati alla politica.
Durante i nostri SISSIZI, oltre al cibo genuino e sano, ci nutriremo con musica, teatro, poesia e performance artistiche di varia natura. A breve sarà pubblicato il programma dettagliato che coinvolgerà tutto il mese di settembre. 
                                                     Restate sintonizzati! 

VIAGGIOLENTO A ROCCACASALE

Il 29 Maggio “Viaggio lento” approda a Roccacasale, in Abruzzo,  nonostante il tutto abbia inizio in Calabria, nel parco Nazionale del Pollino, luogo lontano solo geograficamente. Questo perché Viaggio Lento è appartenenza ad ogni luogo che abbia desiderio di “consapevolizzare” l’esigenza di rallentare , ritornare a ritmi più umani, a pensieri e azioni sostenibili.
 E’ un percorso che richiede lentezza e riflessività per sentire e ascoltare ciò che ci circonda, spesso dimenticato, per sollecitare atti consapevoli e responsabili verso noi stessi attraverso il rispetto , il dialogo  la narrazione tra l’uomo e la natura da riscoprire, da preservare nella loro simbiosi produttiva e rispettosa.
 Viaggio lento è uno spazio di pensiero più che una passeggiata turistica, è un prendersi cura del nostro star bene, è promozione di un turismo responsabile nei confronti dei luoghi e della loro storica e ancestrale bellezza, dove obbligo morale sarebbe quello di preservare la loro immortalità. Viaggio lento è conoscenza della terra attraverso i prodotti gastronomici tipici.
 Così, anche per questo percorso a Roccacasale si procederà rigorosamente a piedi tra le strade del borgo che si arrampicano sino in cima alla Rocca, tra degustazioni e scenari storico naturalistici in compagnia del Cantastorie Biagio Accardi e di un’asina. Un cantastorie e un’asina. Il primo, tante volte, unica forma d’informazione, di denuncia sociale e di spettacolo per le classi contadine. L’asina, simbolo dello scambio equo, senza prevaricazioni dell’uomo, espressione vera di un rapporto eticamente compatibile tra l’uomo e la natura . 
E Roccacasale non è per caso, perché il paese delle fate. 
Le Fate, archetipi, che spiegano l’inspiegabile, malvage o benevole,  ma anche vere e proprie sovraintendenti ai beni Naturali, legate ai quattro elementi di cui è composto l’universo fisico, personificazioni della dea madre. E a noi piace pensare che nel nostro mondo veloce e tecnologico frenetico e snaturato, le fate, si siano ritirate in un altro di mondo e talvolta vengano a farci visita ricordandoci della loro esistenza e del loro profondo legame con la natura, dono prezioso per l’umanità. Così, proprio come  Viaggio lento! 

L'iniziativa si svolgerà dalle ore 17,00. Ci incontreremo ai piedi del piccolo paesino di Roccacasale, per poi svolgere una passeggiata nei vicoli del caratteristico borgo; saremo accompagnati da una simpatica asinella. Raggiunto il castello potremo degustare i prodotti tipici delle varie aziende che hanno aderito all'evento. A seguire ci sarà uno spettacolo di cantastorie. Per ulteriori info chiamare Alessandra Bertacca: 3476033366

Domenica 8 Maggio Rassegna di Teatro Gastronomico "IL PADRE DI TUTTI I CEREALI"

VIAGGIOLENTO 2016

Presso il Ricetto Degli Enotri nell'ambito della rassegna "Teatro Gastronomico" si terrà una lezione spettacolo su farro, cereali e altre digressioni. Durante la serata si degusteranno piatti di pasta prodotta con farro monococco.

Piccolo Racconto
Siamo andati a fare visita alla cooperativa  "Terra e Libertà" di Montella in provincia di Avellino. Sul posto abbiamo incontrato Giovanni, che mentre ci consegnava i pacchi di  pasta di farina di farro, da lui prodotta, ne decantava le straordinarie proprietà: "Il Farro monococco viene considerato il padre di tutti i cereali" ci spiega  "E' il più piccolo e il più antico; ogni spiga porta una singola cariosside, per questo motivo la sua coltivazione ha un rendimento molto basso. 
Questo cereale, per le sue caratteristiche, si allontana sia dalla famiglia dei grani duri, sia dalla famiglia dei grani teneri, rappresentando una famiglia a se stante.
La pasta 100% di Farro Monococco risulta essere molto profumata e gradevole al palato, oltre ad essere nutritiva e salutare.
Negli ultimi anni è aumentato l'interesse per il Farro Monococco proprio per le sue caratteristiche dietetico-nutrizionali, dato che presenta un alto contenuto in carotenoidi e un' elevatissima qualità proteica.
Inoltre numerosi test hanno dimostrato che il Farro monococco è maggiormente digeribile per i soggetti con allergie o intolleranze parziali al glutine in quanto la struttura molecolare del suo glutine, proprio per le sue antichissime origini, è facilmente riconoscibile ed assimilabile dal nostro organismo. Ecco perché è consigliatissimo nell'alimentazione del bimbo in fase di svezzamento.
Le proprietà del farro monococco a confronto con una varietà di frumento tenero hanno:
* un contenuto proteico superiore;
* un più elevato contenuto di ceneri e microelementi (ferro, zinco, magnesio, fosforo, potassio ecc.);
* una bassa presenza di acidi grassi saturi;
* un minor contenuto in amido e una migliore digeribilità;
* una più elevata presenza di antiossidanti e pigmenti gialli (carotenoidi, tra cui il beta-carotene, precursore della vitamina A);
* un più alto contenuto di tocoli (vitamina E). 
Tali principi hanno un ruolo rilevante nelle attività funzionali della cellula e sono efficienti agenti antiossidanti.

Sono gradite le prenotazioni. 
Per info chiamare al numero 3668039439
Contributo associativo 8 euro